Conservativa - Odontoiatria & Ortodonzia
18603
page-template-default,page,page-id-18603,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive
 

Conservativa

L’odontoiatria conservativa è una branca della Restaurativa che si occupa della cura dei denti cariati, delle procedure per la eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall’eliminazione dello smalto e della dentina cariata, tramite l’utilizzo di appositi materiali.

Una cura costante nel tempo per salvaguardare il nostro sorriso e la nostra salute

Le carie possono essere superficiali o profonde. Nel primo caso ci si limita ad asportare parte della dentina e dello smalto interessati dalla carie, otturando il dente con appositi materiali (amalgama d’argento o compositi). L’uso delle amalgame d’argento è stato sostituito ormai dai materiali compositi che per le loro caratteristiche adesive permettono una preparazione della cavità cariosa meno ampia rispetto all’uso dell’amalgama che richiedeva cavità dalle caratteristiche particolari perché fossero ritentive. Nelle carie profonde vi può essere un interessamento della polpa del dente, contenente anche le fibre nervose, e allora si ricorre alla cura canalare detta anche devitalizzazione.
Il termine conservativa indica l’obiettivo di tali cure, cioè di conservare i denti altrimenti distrutti dalla carie.

Conservativa Moderna

L’odontoiatria conservativa moderna è basata sul concetto di minima invasività, con la rimozione del solo tessuto cariato e la sua sostituzione con un materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano. Negli ultimi anni, infatti, sono state quasi abbandonate le amalgame d’argento (che richiedevano una preparazione ritentiva, quindi estesa) a favore dei compositi.
Il termine conservativa indica l’obbiettivo di tali cure, cioè di conservare i denti altrimenti distrutti dalla carie.
Conservativa moderna
L’odontoiatria conservativa moderna è basata sul concetto di minima invasività, con la rimozione del solo tessuto cariato e la sua sostituzione con un materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano. Negli ultimi anni, infatti, sono state quasi abbandonate le amalgame d’argento (che richiedevano una preparazione ritentiva, quindi estesa) a favore dei compositi.

La Carie

La carie è una malattia generata da batteri (S. Mutans) che distrugge progressivamente i tessuti duri del dente, attraverso una dissoluzione dello smalto in un microambiente acido (placca batterica) formando una cavità. La placca batterica aderente alla superficie dei denti attacca gli zuccheri dell’alimentazione fermentandoli e producendo acidi (preval. ac. Lattico) con notevole attività cariogena.
La carie può essere causa di: alitosi, infezioni, malocclusione dentaria (errata masticazione); cattiva digestione, disturbi dell’apparato digerente, malattie renali, reumatismi articolari, infiammazioni delle tonsille.

 

Pertanto è molto importante la prevenzione attraverso un corretto uso dello spazzolino da denti e di un dentifricio, dopo i pasti principali (entro 20 min.) ed assolutamente prima di andare a dormire la sera. L’eliminazione accurata e veloce dei deposti alimentari è fondamentale per combattere la formazione di placca batterica.

Lo spazzolino va cambiato ogni tre mesi circa o comunque quando le setole hanno perso la loro forma originale.

 

La Conservativa quindi si occupa di restaurare i denti dai danni provocati dalla carie o da altri fattori cercando di rispettare ( conservare ) il più possibile i tessuti residui del dente.
I denti possono essere ricostruiti con Amalgama o resine Composite (restauri estetici). In alcuni casi il danno presente è così esteso che è necessario costruire in laboratorio la parte di dente mancante (restauri indiretti, “INTARSI”) per poi cementarlo successivamente in bocca.

Ad ogni modo la qualità delle ricostruzioni e la loro durata sono direttamente correlate ad un corretto ed adeguato isolamento del campo operatorio con l’utilizzo della “Diga”.

 

La carie che infiltra lo smalto dei denti si può eliminare con i tradizionali strumenti rotanti ad alta velocità, con l’air abrasion e con la laser terapia. In modo indolore, con l’utilizzo di anestetici locali e della sedazione cosciente si possono curare tali carie al loro esordio evitando problemi endodontici e dentali più gravi. Tali lesioni vengono preferibilmente curate con utilizzo di materiali estetici con utilizzo della diga di gomma, fondamentale per raggiungere l’eccellenza del risultato.

 

Il programma di prevenzione semestrale è un sistema di prevenzione totale basato su educazione all’igiene con informazione e formazione pratica, pulizia ,fluorizzazione, sigillatura dei solchi e controllo carie, fondamentale nell’anticipare le lesioni più gravi.